100 Bambini

La storia di Giancarlo Rastelli, emblema di una cultura medica italiana e internazionale.

Paese

Italia

Anno

2022

Stato

In sviluppo

Tre linee di racconto: nel passato anni Sessanta, nel passato 2004 e nel presente.

Antonella Rastelli è un medico di successo negli Stati Uniti dove vive con suo marito Maurizio anche lui specialista a St.Louis: sono partiti dall’Italia e hanno fatto molti sacrifici pur di riuscire a farsi una posizione, ma sono contenti delle
loro vite. Un giorno, però, Antonella – dopo una telefonata – scopre che sua zia conserva diverse lettere di suo padre di cui non conosceva l’esistenza. Dopo averle ottenute e – complice una telefonata del suo padrino – Antonella rivive l’esperienza di suo padre, Giancarlo Rastelli, un grande medico italiano che negli anni Sessanta pur condannato da una malattia che lo avrebbe ucciso molto presto, si prodigò per tanti bambini italiani malati, facendoli venire ad operarsi in America dove avrebbero così conquistato una nuova possibilità di vita. Nel presente, però, un medico di una certa fama deve raggiungere un convegno a Parma, terra natale di Rastelli, e onorare un patto che aveva fatto con una bambina mezzo secolo prima.

In queste tre linee di racconto così articolate, emerge il profilo straordinario di Giancarlo Rastelli e dell’amore di una figlia per suo padre, capace, evidentemente di andare oltre la morte. Una storia di “Vita” perché l’eredità tangibile di Giancarlo Rastelli è quella dei circa 100 bambini salvati da una morte pressoché certa. Un racconto emozionante e divertente che ha per protagonista una donna, ma anche una bambina alla ricerca di suo padre e della sua lezione straordinaria.

Regia

Marco Spagnoli

Autore

Marco Spagnoli

Produzione

Davide Francesco Valentini e Alberto Rossini

EIE film e YAM112003

Con quella sua faccia da bell’attore americano e con quella sua biografia al limite della perfezione, è un mistero perché Giancarlo Rastelli non sia un personaggio fortemente presente nella cultura popolare italiana e saldamente radicato nel nostro immaginario collettivo come emblema di una cultura medica italiana ed internazionale.

Rastelli ha salvato, talora contribuendo di tasca propria alle spese di viaggio, diversi bambini nella clinica Mayo di Rochester, Minnesota dove è andato a lavorare nel 1961, riuscendo ad ideare due “manovre” in sala operatoria che hanno cambiato la storia della medicina mondiale salvando centinaia di vite di piccoli pazienti cardiopatici a partire dagli anni Sessanta ad oggi.

Questa è la storia di un uomo incredibilmente coraggioso, pieno di vita e spiritoso che, nonostante una diagnosi che lasciava poche speranze, ha vissuto una vita normale fino all’età di trentasei anni quando è morto, lasciando tutti nello sgomento e nel dolore. (Marco Spagnoli – regista)